Archivio Enzo Carli

Note biografiche

Enzo Carli è uno dei più grandi studiosi dell’arte senese e pisana. Nasce a Pisa il 20 agosto 1910. All’università è allievo prima di Mario Salmi, poi di Matteo Marangoni. Si laurea con una tesi su Tino di Camaino; nel frattempo studia pianoforte e composizione musicale e coltiva la sua passione per la poesia.
Nel 1937 ha il suo primo incarico presso l’amministrazione statale: è nominato ispettore presso la Soprintendenza dell’Aquila, dove rimane fino al 1939, anno in cui viene trasferito alla Soprintendenza di Siena. Non abbandona più la città, diventandone anzi uno dei principali protagonisti della vita culturale, nonché del recupero e della valorizzazione del patrimonio artistico, attraverso pubblicazioni e mostre di grande fascino.

Nella sua produzione letteraria si alternano importanti ricerche specialistiche e scritti dedicati al largo pubblico degli studenti e degli appassionati. Direttore della Pinacoteca di Siena fino al 1952, poi Soprintendente fino al 1973, e dal 1970 per tre anni docente di storia dell’arte presso la locale università, dopo aver rinunciato nel 1963 ad una cattedra presso l’Università di Genova proprio per non lasciare Siena, dove ricopre anche l’incarico di rettore dell’Opera del duomo e direttore del relativo museo.
Nel 1980 gli viene assegnato dall’Accademia nazionale dei lincei – di cui è membro – il premio “Presidente della Repubblica”. Nel 1993 gli viene conferito a Imola il premio “Vita di critico” e nel 1995 quello “Feltrinelli”.
E’ stato membro dell’Accademia nazionale di San Luca, di altre accademie italiane e straniere e presidente dell’Accademia senese degli Intronati. Una sua bibliografia offertagli nel 1988 dal Kunsthistorisches Institut di Firenze elenca oltre cinquecento titoli: dopo quella data ha consegnato alle stampe altri volumi importanti.

E’ morto a Siena il 26 settembre 1999.

Note sul fondo

L’Archivio di Enzo Carli, donato dai figli alla Facoltà di lettere e filosofia di Siena nel settembre 2000, è composto da manoscritti, dattiloscritti, lettere, fotografie e appunti; è conservato provvisoriamente all’interno di 30 scatoloni e deve essere completamente riordinato.
Si prevede l’inizio del lavoro di riordinamento e inventariazione nel secondo semestre del 2001 nell’ambito del progetto Studium 2000.

Indice dei Nomi

Bibliografia (sezione in aggiornamento)

Enzo Carli di Roberto Barzanti
Tre testimonianze su Enzo Carli
L’archivio sulla piattaforma OneSearch del Servizio Bibliotecario Senese